Il mio editoriale

Afghanistan: terra strategica per attori regionali e forze jihadiste

Per la sua posizione strategica, l’Afghanistan vede concentrare da tempo sul suo terreno le mire di controllo non solo delle nazioni limitrofe ma anche delle organizzazioni terroristiche che, come nel trascorso caso di Bin Laden, vedono in Afghanistan positive condizioni di rifugio e  un ottimo punto di raccordo,  e allo stesso tempo sta diventando il luogo dove riaffiora la tensione anche tra le organizzazioni terroriste, che attraverso questa conflittualità cercano di ampliare il proprio raggio d’azione e la propria forza attrattiva. Gli sforzi nei tentativi di stabilizzazione dell’Afghanistan condotti dalla Nato e dalla comunità internazionale sono essenziali per evitare che possa ricadere sotto il controllo di organizzazioni integraliste e terroristiche. Si tratta di un impegno regolare e incessante, motivato sia dall’importanza strategica che il Paese riveste dal punto di vista delle dinamiche geopolitiche regionali, come dalla preoccupazione per la sicurezza internazionale.

Leggi la newsletter 

 

Riunione della Coalizione anti Daesh

Il Ministro Pinotti presiede la riunione della Coalizione anti Daesh 

(fonte: Ministero Difesa, Roma 13 febbraio 2018)

Approfondimenti

Ministero Difesa: Pinotti incontra i colleghi Usa e canadese

 

Focus IAI: Isis, la coalizione fa il punto.

Roma, i ministri della Difesa (tra cui il capo del Pentagono James Mattis); a Kuwait City, i ministri degli Esteri: i Paesi della Coalizione internazionale anti-Isis a guida Usa – una quindicina – decidono il futuro della loro azione in Iraq Siria, dove la guerra si ramifica in nuovi e diversi conflitti: senza più il paravento dell’Isis, ciascuno combatte i propri nemici, i turchi i curdi, i filo-iraniani l’opposizione ad Assad, gli Usa i sostenitori del regime.

L’onorevole Manciulli incontra il Generale Graziano

L’onorevole Andrea Manciulli, fondatore dell’intergruppo parlamentare “Uniti contro il terrorismo” e Presidente della delegazione parlamentare italiana presso l’Assemblea parlamentare della NATO, ha incontrato oggi il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano.

Con l’occasione, il Generale Graziano ha potuto tracciare all’illustre ospite un punto di situazione generale sulle Forze Armate, anche alla luce dei nuovi impegni operativi internazionali. Particolarmente, interessante, poi, il confronto sugli attuali temi del terrorismo internazionale e dell’impiego delle Forze Armate in compiti di sicurezza interna, in concorso alle Forze di polizia per il presidio e controllo del territorio.

 

Difesa: Manciulli, assoluta fiducia e apprezzamento per lavoro Forze armate

Difesa: Manciulli, assoluta fiducia e apprezzamento per lavoro Forze armate Roma, 08 feb – (Nova) – Il deputato Andrea Manciulli, fondatore dell’intergruppo parlamentare “Uniti contro il terrorismo” e presidente della delegazione parlamentare italiana presso l’Assemblea parlamentare della Nato, ha incontrato oggi il capo di Stato maggiore della Difesa, Claudio Graziano. Nel corso dell’incontro, come rende noto un comunicato, e’ stato fatto il punto di situazione generale sulle Forze armate anche alla luce dei nuovi impegni operativi internazionali, e sugli attuali temi del terrorismo e dell’impiego delle Forze armate in compiti di sicurezza interna, in concorso alle Forze di Polizia per il presidio e controllo del territorio. Nel corso dell’incontro, Manciulli ha sottolineato: “E’ stato un grande onore per me lavorare in questi anni con le Forze armate italiane. Oggi ho voluto incontrare il generale Graziano per fare il punto sull’impegno dei nostri militari sia in ambito nazionale sia in quello internazionale ma anche per esprimere la mia vicinanza e la totale fiducia per quanto fanno le forze armate per la tutela della salute dei nostri militari adottando tutte le cautele e controlli sanitari previsti”. Per poi aggiungere: “Sono certo che i vertici delle Forze armate, ad ogni livello, hanno sempre agito con grande senso di responsabilita’ e dovere per tutelare la salute del proprio personale in ogni circostanza”. Manciulli ha inoltre ringraziato le Forze armate italiane per il supporto fornito ai lavori del gruppo e durante tutto il suo mandato da presidente della delegazione parlamentare italiana presso l’Assemblea parlamentare della Nato.

Fonte: Stato Maggiore Difesa

Full Gallery 

Il mio editoriale

Foreign fighters in Italia? Fidatevi delle istituzioni. Parola di Andrea Manciulli

L’allarme dell’Interpol, ridimensionato dalla nostra Polizia, nell’analisi del deputato maggiormente impegnato in Italia nella lotta al terrorismo.

“La notizia rivela una proficua attività di collaborazione e scambio di informazioni tra le autorità italiane e quelle tunisine, nonché la bontà delle rispettive capacità di intelligence”.

 

 

Continua a leggere