EU-India Cooperation on Cyber Issues: Towards Pragmatic Idealism?

Patryk Pawlak, ISTITUTO AFFARI INTERNAZIONALI

Le due più grandi democrazie del mondo, Unione europea e India, condividono molti valori e principi. Nonostante ciò la loro cooperazione in diversi settori è resa difficoltosa dai dubbi sulle reciproche reali intenzioni e dalle discrepanze tra discorsi ufficiali e politiche concrete. La cooperazione in materia di sicurezza informatica non è esente da questi dubbi. Come esempio si può citare il caso dei rispettivi approcci al modello multi-stakeholder per la governance di Internet, la sovranità nello spazio cibernetico e la protezione dei diritti umani online (compreso il diritto alla privacy). Nel tentativo di superare tali differenze, l’autore di questo studio chiede per le relazioni Ue-India un “idealismo pragmatico”, che potrebbe essere messo in atto mediante una diplomazia di rete che rafforzi la fiducia e il dialogo istituzionale necessario per una più stretta cooperazione. Secondo l’autore tale diplomazia di rete potrebbe risultare particolarmente utile nel promuovere le relazioni tra autorità locali e città, comunità di ricerca, informatici e diplomazia “1.5”. Paper presentato alla conferenza “Moving Forward the EU-India Security Dialogue: Traditional and Emerging Issues” tenutasi a Roma il 21 novembre 2016 nell’ambito dell’omonimo progetto guidato dall’Istituto Affari Internazionali (IAI) e da Gateway House: Indian Council on Global Relations (GH). Il progetto fa parte della EU-India Think Tank Twinning Initiative, finanziata dall’Unione europea.

 

LEGGI ANCHE: EU-India Defence Cooperation: A European Perspective 

India-Pakistan Relations and Regional Stability

India and Pakistan have considerable scope to build on the various confidence-building measures that have been negotiated in the past decade and a half, especially in the areas of trade and economic cooperation.

This essay reviews the current state of India-Pakistan relations and examines the prospects for bilateral and regional cooperation between the two South Asian neighbors. Continua a leggere

Così l’Isis si è infiltrato in Afghanistan per diventare il leader globale del terrore

 – MAURIZIO MOLINARI – la stampa
Gli jihadisti puntano al dominio della regione e mettono l’India nel mirino
L’Emiro dei taleban che vuole riconquistare Kabul contro l’inviato del Califfo dello Stato Islamico intenzionato a scatenare l’Apocalisse con l’India: sulle spoglie del Mullah Omar inizia il duello fra leader jihadisti sul dominio sulla regione afghano-pachistana. È una sfida che oppone identità divergenti del jihadismo sunnita, portatrici di obiettivi strategici differenti.

La pace impossibile in Afghanistan

Il nuovo presidente Ghani ha voluto dall’inizio il dialogo con i taliban e cerca di coinvolgere anche Pakistan e Cina. I risultati per ora sono modesti, mentre si fa largo lo Stato Islamico.

Dal 2001 ad aprile di quest’anno, circa 92 mila persone (di cui 26 mila civili) hanno perso la vita nella guerra combattuta in Afghanistan, secondo i dati del Costs of War Project. Continua a leggere

Osservatorio Strategico

cemiss dicembre 2014Cemiss- Num.10

Regione – Danubiana – Balcanica – Turchia: Le minacce interne ed esterne alla sicurezza nazionale turca ed il riposizionamento regionale di Ankara,Paolo Quercia

Medio Oriente – Nord Africa – MENA: Non si è trovato l’accordo al negoziato sul nucleare iraniano, ma non è persa la speranza, Nicola Pedde

Sahel e Africa Subsahariana: Ebola: situazione, Marco Massoni

Russia, Europa Orientale ed Asia Centrale: Istantanea di fine anno, Lorena Di Placido

Cina: Il “governo della legge” o il “governo dei legislatori”?, Nunziante Mastrolia

India: Oceano Indiano: Una strategia economica per l’India, Claudia Astarita

Pacifico (Giappone, Corea, Paesi ASEAN, Australia): I primi tre anni al potere di Kim Jong Un: alcune valutazioni,Stefano Felician Beccari

America Latina: Il ruolo dell’America Latina nella grande strategia cinese, Alessandro Politi

 Iniziative Europee di Difesa: Confronto Est-Ovest e clima da guerra fredda in Europa, Claudio Catalano

NATO e rapporti transatlantici: La seconda proroga nei negoziati “P5+1”, Lucio Martino

Sotto la lente ISAF: la missione (in)compiuta e l’inarrestabile riconquista dei taliban Claudio Bertolotti

Opinion: Why al Qaeda’s expansion into India and Bangladesh will fail

CNN INDIABy Ghaffar Hussain, Special for CNN

STORY HIGHLIGHTS
ISIS has established itself as the main jihadist group in the world today
This has left al-Qaeda struggling to make an impact, according to Quilliam’s Ghaffar Hussain
Al Qaeda leader Ayman al-Zawahiri promises to “raise the flag of Jihad” and spread Islamic rule across S. Asia
But there are good reasons why India and Bangladesh have not been fertile breeding grounds for jihadists, Hussain says
Continua a leggere