Afghanistan: terra strategica per attori regionali e forze jihadiste

Per la sua posizione strategica, l’Afghanistan vede concentrare da tempo sul suo terreno le mire di controllo non solo delle nazioni limitrofe ma anche delle organizzazioni terroristiche che, come nel trascorso caso di Bin Laden, vedono in Afghanistan positive condizioni di rifugio e  un ottimo punto di raccordo,  e allo stesso tempo sta diventando il luogo dove riaffiora la tensione anche tra le organizzazioni terroriste, che attraverso questa conflittualità cercano di ampliare il proprio raggio d’azione e la propria forza attrattiva. Gli sforzi nei tentativi di stabilizzazione dell’Afghanistan condotti dalla Nato e dalla comunità internazionale sono essenziali per evitare che possa ricadere sotto il controllo di organizzazioni integraliste e terroristiche. Si tratta di un impegno regolare e incessante, motivato sia dall’importanza strategica che il Paese riveste dal punto di vista delle dinamiche geopolitiche regionali, come dalla preoccupazione per la sicurezza internazionale.

Leggi la newsletter 

 

Foreign fighters in Italia? Fidatevi delle istituzioni. Parola di Andrea Manciulli

L’allarme dell’Interpol, ridimensionato dalla nostra Polizia, nell’analisi del deputato maggiormente impegnato in Italia nella lotta al terrorismo.

“La notizia rivela una proficua attività di collaborazione e scambio di informazioni tra le autorità italiane e quelle tunisine, nonché la bontà delle rispettive capacità di intelligence”.

 

 

Approfondisci

Al via la difesa comune

together we are stronger

L’accordo tra i 27 capi di stato e di governo sulla cosiddetta Cooperazione strutturata permanente (Pesco), raggiunto in occasione del Summit europeo del 14-15 dicembre, segna un passo storico per l’Unione europea perché ha preso il via la costruzione della difesa comune earriva dopo anni di confronto, dibattiti e iniziative nei quali l’Italia ha sempre partecipato animata da un forte spirito europeista e consapevole che molte sfide, soprattutto quelle alla sicurezza, necessitano di unità di intenti e di risorse per essere affrontate.

freccia_avanti Leggi la newsletter 

Il rischio creato delle fakenews

Non si tratta di una invenzione del Pd ma è un tema che dovrebbe stare a cuore a tutti: in gioco c’è la democrazia.

fake news democratica

 

La fase storica e politica che stiamo attraversando in tutto l’Occidente è particolarmente complessa. Il clima di sfiducia nelle istituzioni e nella politica, mista a sentimenti di rancore e paura che riemergono parallelamente a nuove forme di sovranismo e di nazionalismo paiono mettere in dubbio conquiste politiche e valori che ritenevamo ormai consolidati, minando la stabilità delle nostre democrazie. Anni di congiuntura economica difficile, insieme a problematiche come l’impatto dei flussi migratori e le minacce emergenti nel mondo globale, costituiscono certamente il terreno ideale su cui forme molto subdole di disinformazione e propaganda possono insinuarsi, approfittando delle fratture sociali aperte dalla crisi economica e identitaria presenti ormai da diversi anni nelle nostre comunità. Approfondisci

Presentazione alla Camera dei deputati del Libro “Sconfiggere il terrorismo. L’evoluzione della minaccia jihadista e gli strumenti legislativi di contrasto”

Il 28 settembre 2017 presso la Camera dei deputati ho presento il libro “Sconfiggere il terrorismo. L’evoluzione della minaccia jihadista e gli strumenti legislativi di contrasto“, di cui sono autore.

Hanno preso parte in qualità di relatori il Ministro dell’Interno Marco Minniti e il direttore de La Stampa Maurizio Molinari.

Copertina intera_Sconfiggere il terrorismo_ Manciulli

 

VIDEO DELLA PRESENTAZIONE

Politici, militari e giornalisti alla presentazione del libro di Manciulli. Foto di Pizzi 

Minniti: “Il modello Italia funziona contro terrorismo” (LaPresse)